PizzaDott Pizza cornicione ripieno

Ricetta Pizza al tegamino cotta in ghisa

Una delle pizze che più mi riportano alla mia infanzia è senz’altro quella in tegamino: a Napoli si chiama “pizza nel rutelluccio” cioè la pizza nel “ruoto” (teglia rotonda generalmente di alluminio o ferro), anche se pare che la pizza al tegamino (detta anche al padellino) sia una specialità originaria della città di Torino, risalente ai primi del Novecento. 

Quella al tegamino si presta perfettamente ad una pizza fatta in casa perché

… non è possibile cuocere alla temperatura elevata della pizza napoletana, cioè circa 450°C – 480°C, né pensare di cuocerla bene mettendo il ruoto a bocca di forno perché i tempi di cottura sarebbero lunghissimi ammesso che si riesca ad evitare di renderla un biscotto (o peggio, “sfornarla” cruda). Ci vuole un forno messo a temperatura giusta, cioè circa 200°C in meno rispetto alla napoletana, quindi intorno ai 280°C ed infatti la pizza nel ruoto è un ottimo escamotage per farla a casa disponendo di un normale forno domestico che arriva ai 250°C.

Scatti di gusto

Ricetta Pizza al tegamino in ghisa

Per quanto riguarda il Tegamino, io ho scelto di utilizzare un tegame in ghisa per sfruttare la possibilità di riscaldare sui fornelli sia tegame che olio prima di infornare. In questo modo il risultato finale è una pizza con un aspetto molto più simile alla napoletana che a quella classica in teglia.

Se avete una teglia/ruoto in alluminio adatta anche i fornelli potete usarla tranquillamente seguendo gli stessi step della ricetta.

Dosi per 1 pizza con panetto da 250 gr

Ingredienti

135 gr Farina 0

105 gr Acqua fredda

2 gr sale (mezzo cucchiaino)

2 gr sale

0,5 g Lievito di Birra

Procedimento per la pizza in tegamino di ghisa

Pizza al tegamino fatta in casa ricetta con pentola di ghisa
  • Sciogliere il lievito in 90 gr di acqua
  • Unire tutta la farina e mescolare (se a mano) o impastare per circa 3 minuti.
  • Aggiungere pian piano l’acqua restante
  • Mentre continui a mescolare/impastare, aggiungi sale e dopo circa 1 minuto anche l’olio.
  • Quando saranno trascorsi circa 8 minuti totali, lascia riposare nel contenitore in cui si trova l’impasto per circa 15 minuti. Se fa caldo, puoi posizionarlo anche in frigo.
  • Procedi con fare qualche piega di forza all’impasto. Siccome è un impasto idratato all’80% non sarà facile, quindi aiutati con una spolverata di farina.
  • Lasciare lievitare per circa 2 ore a temperatura ambiente.
  • 3 ore prima di cuocere, tira fuori dal frigo l’impasto e con l’aiuto di farina crea la forma del panetto (staglio). La tecnica per avere un bel panetto liscio si chiama pirlatura.

Cottura Pizza al tegamino

Cottura in ghisa pizza al tegamino Pizzadott
  • Preriscaldate con olio di semi di girasole il vostro tegamino con fiamma alta. L’olio dovrà raggiungere circa 200 gradi.
  • Intanto stendi il panetto e farciscilo a piacimento.
  • Non appena l’olio sarà a temperatura, riponi la pizza nel tegamino. Io mi sono aiutato con una pala a doppia mezzaluna in legno. Si trovano facilmente su qualsiasi shop online.
  • Fate cuocere per circa 1 minuto.
  • Avendo cura di aver preriscaldato il forno a 250°, inforna subito il tegamino nel ripiano più alto mettendolo nelle prossimità del grill superiore.
  • Quando saranno trascorsi 6-7 minuti, la pizza sarà pronta per essere addentata.
  • Se vi piace ben cotta e più croccante, tenetela un paio di minuti in più…ma occhio a non farla bruciare nel fondo!
Pizza al tegamino in ghisa Pizzadott

Vi è piaciuta questa ricetta pizza al tegamino in ghisa?

Fatemi sapere se avete consigli, se usate delle varianti o i risultati se applicate la mia ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *